Realizzati con il contributo del Comando Generale della GIL e del Minculpop, regista Vittorio Gallo, i cinegiornali per i giovani del Littorio avevano una periodicità quindicinale. Vi collaborarono quadri formati dal centro sperimentale di cinematografia. Diffusi nelle sedi Gil, offrivano a una giovane platea di ragazzi in uniforme servizi riguardanti attività sportive, paramilitari, culturali e ludiche della GIL: saggi ginnici, competizioni sportive, esercitazioni militari, esibizioni corali, spettacoli teatrali, dibattiti, concorsi pittorici e passatempi di piccoli e grandi della gioventù italiana. Mussolini, le più alte gerarchie del PNF e autorità straniere compaiono, spesso, a presenziare le suddette manifestazioni. A risaltare in questa cronaca cinematografica G.I.L. è la politica educativa del P.N.F. nel periodo cruciale della guerra